La grande spinta di Flick ai Mondiali: storico 5:2 contro l’Italia

squadra nazionale
:
La grande spinta di Flick ai Mondiali: storico 5:2 contro l’Italia

Le scelte della DFB salutano la pausa estiva con una grande vittoria contro l’Italia. Dopo un pareggio per 1-1, la squadra di Hansi Flick è riuscita a battere i campioni d’Europa 5-2 alla quarta giornata.

Hansi Flick abbraccia il frustrato Ct dell’Italia Roberto Mancini, una squadra esausta della DFB che sta facendo un meritato giro d’onore.

Grazie alla vittoria più alta degli ultimi 83 anni contro un temuto ex avversario, la nazionale ha salutato le vacanze estive con grande spirito da Coppa del Mondo.

Dopo quattro partite consecutive 1-1, la selezione DFB è migliorata in modo significativo in tutta la squadra in uno storico 5-2 (2-0) al Mönchengladbach e ha celebrato il tanto atteso senso di realizzazione contro uno dei più grandi giocatori del calcio mondiale nelle Nazioni Lega. .

Neuer: “E’ stato un traguardo importante”

“E’ stato un traguardo importante”, ha detto il capitano Manuel Neuer. L’allenatore Flick ha elogiato la sua squadra e ha detto: “È stato un vero stress test per tutti noi”. Il marcatore Ilkay Gündogan ha anche elogiato: “Se faremo come abbiamo fatto oggi, molte squadre lotteranno contro di noi”.

Joshua Kimmich (10° minuto), i calci di rigore di Gündogan (45+4), il potente leader Thomas Müller (5°) e il capocannoniere di Flick Timo Werner (68° e 69°) hanno assicurato la grande attesa per la finale davanti a 44.144 spettatori in Qatar entro quest’anno. Nella Nations League, la selezione DFB giocherà contro la capolista Ungheria a Lipsia a settembre e in Inghilterra per le vittorie dei gironi e la qualificazione alla fase finale del torneo nel 2023.

Wilfried Gnonto (78′) e Alessandro Bastoni (90’+4′) hanno segnato per i deludenti campioni d’Europa. “Non c’è motivo per una cosa del genere”, ha borbottato il portiere Gianluigi Donnarumma dopo il fallimento. Mister Mancini ha anche ammesso: “Non è divertente perdere 2:5”.

Come nelle precedenti partite, Flick ha ricostruito gli undici titolari contro l’Italia, che non si era qualificata ai Mondiali. Cinque nuovi arrivati ​​si uniscono alla squadra, inclusi i capi della difesa Antonio Rüdiger e Leroy Sané, che sono stati recentemente pesantemente criticati. “Ogni giocatore ha bisogno di supporto e anche noi vogliamo darglielo”, ha detto Flick, che ha riposto ancora una volta la sua fiducia in Werner.

DFB-Elf con un vantaggio di 2-0 nel primo tempo

Sané e Werner sono anche coinvolti nella prima buona scena in attacco di DFB-Elf. Con un po’ di fortuna Sané realizza un tiro in area di rigore italiano e la palla sfiora di poco il palo sinistro (7′). Tre minuti dopo, il passaggio lungo di Niklas Süle è stato parato da Werner che ha servito David Raum. La sua ala ha trovato Kimmich, che era libero in sei yarde di spazio, ed è stato facilmente spinto dentro.

Spinti da un vantaggio iniziale, i tedeschi avevano più da giocare, con un aspetto più determinato e impegnato rispetto all’1-1 in Ungheria tre giorni prima. Il colpo di testa di Rüdiger su corner di Kimmich non trova la porta (15′). Dopo i rapidi contropiedi di Sané e Werner, Jonas Hofmann, così in vista negli ultimi tempi, è stato respinto dal portiere ospite Gianluigi Donnarumma (32esimo).

L’allenatore Flick ha chiaramente apprezzato la prestazione del suo protetto nonostante alcuni errori di bastone. Più e più volte è stato applaudito per le azioni di successo e incoraggiato la sua squadra. Liberato bene da Thomas Müller, il Sané, a tratti sciatto, avrebbe potuto segnare il 2-0, ma un tiro dal limite dell’area sbaglia troppo (39°). Pochi secondi dopo, Werner trovò anche il suo maestro a Donnarumma.

L’Italia ha fatto pochi progressi nel gioco prima dell’intervallo. Fatta eccezione per la prima occasione di Giacomo Raspadori, negata da Manuel Neuer (8°), la Squadra Azzurra ha deluso i tifosi.

Poi Alessandro Bastoni ha peggiorato le cose quando ha messo a terra goffamente Hofmann su cross di Müller. L’arbitro Istvan Kovacs della Romania ha assegnato un rigore e Gündogan ha segnato il suo 15esimo gol in nazionale. Per la prima volta dal minuto 3:4 in una partita del secolo ai Mondiali del 1970, la selezione DFB ha segnato più di un gol in una partita ufficiale contro l’Italia.

Werner segna due gol

Ma non è tutto. Brevi sussulti degli ospiti subito dopo il riavvio hanno fatto vacillare brevemente la difesa tedesca. Ma Müller ha dato all’Italia la presa successiva con il suo 44esimo gol in DFB dopo che il passaggio netto di Raum in zona pericolosa non è stato sufficientemente contrastato.

Poi è stato molto amaro per l’Italia. Il sostituto Serge Gnabry ha servito disinteressatamente per Werner, che era stato un po’ sfortunato fino ad allora, e il professionista del Chelsea ha segnato facilmente il 4-0. Solo un minuto dopo Donnarumma sbaglia con un passaggio sbagliato. Gnabry indicò Werner, a cui fu permesso di esultare di nuovo. Con sette gol, il 26enne è il marcatore di maggior successo da quando Flick è entrato in carica.

Ma c’era ancora un posticino incantevole, che infastidiva molto il capitano Neuer. Il portiere ha salvato il tiro di Federico Dimarco sotto i piedi del 18enne Gnonto, diventato il più giovane marcatore della nazionale italiana. Così, Neuer ha mancato di nuovo la porta inviolata prevista. Nei minuti di recupero Bastoni ha addirittura segnato.

© dpa-infocom, dpa:220614-99-667460/4

Ecco la galleria fotografica: La grande spinta di Flick ai Mondiali: storico 5:2 contro l’Italia

(Dpa)

Calvina Fontana

"Fanatico della cultura pop hardcore. Studente. Comunicatore generale. Zombieaholic. Risolutore di problemi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.