Ritorno al passato: quanto costava l’Alfa Romeo 156 in Grecia 20 anni fa?

In questo momento, sentendo le parole berlina e Alfa Romeo, la mente di tutti si è subito rivolta a Giulia. La grande “antenata” di Julia, tuttavia, fu l’Alfa Romeo 156, un modello di famiglia che ottenne riconoscimenti dai greci e riscosse un rispettabile successo commerciale. Tempo per ricordarlo, ma anche per vedere quanto costava nel 2002, 20 anni fa per l’esattezza!

La nuova Alfa Romeo Tonale in Grecia. Guarda quanto costa!

L’Alfa Romeo 156 è una delle berline più simboliche dell’azienda italiana, che ha portato l’Italia in una nuova era del design e ha fatto aprire la bocca al pubblico e agli addetti ai lavori, sia nell’aspetto che nelle sue caratteristiche dinamiche. Non a caso ha vinto anche il titolo di European Car of the Year. La produzione della berlina italiana raggiunse quasi le 700.000 copie con una produzione durata circa 10 anni.

L’Alfa Romeo 156 ha debuttato al Salone di Francoforte nel 1997 e nel 2002 ha ricevuto i primi aggiornamenti, principalmente per quanto riguarda gli interni, ma anche l’elettronica e alcuni sistemi di comfort e informazioni, come un nuovo climatizzatore bizona e un computer da viaggio. , sistema elettronico di stabilità e controllo di trazione.

In Grecia è disponibile con quattro motori a benzina. Alla base della gamma c’è un motore a quattro cilindri con una cilindrata di 1,6 litri. con una potenza fino a 120 CV. Seguì un 1,8 lt più grande. con 144 CV, 2 litri con 155, mentre in seguito fu lanciato il V6 da 2,5 litri. con 190 cv. Al Salone di Francoforte del settembre 2001 è stata presentata la versione top della GTA (Grand Turismo Aleggrita) con motore V6 da 3,2 litri da 250 cavalli.

Il prezzo dell’Alfa Romeo 156 parte da 20.983 euro nella versione da 120 CV e nel pacchetto di equipaggiamento Progression, che è piuttosto ricco di airbag guidatore/passeggero/laterali, alzacristalli/specchi elettrici e aria condizionata. Annunci rilevanti per la stagione da seguire!

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.