“Gold” di Manolis Stefanoudakis al Gran Premio d’Italia

Ultimo aggiornamento:

L’anno delle corse si apre per lui con un segnale positivo Manoli Stefanoudaki, che ha gareggiato ieri venerdì al Gran Premio del Mondo di ParaAtletica leggera di Jesolo 2022, svoltosi nell’ambito del Campionato Italiano Open a Jesolo.

L’esperto atleta paralimpico ha gareggiato nel lancio del giavellotto nella categoria mista F53-54-55, con il suo miglior tiro a 29,25 m. ha vinto il primo posto. Da segnalare che la gara si è svolta in condizioni difficili causa pioggia e freddo. Tuttavia, Manolis Stefanoudakis ha fatto molto bene, mentre gli altri suoi tiri hanno misurato come segue: 28.28m., 27.05m., 29.03m., 27.83m. e 28,27 m.

La miliardesima Paralimpiadi, che nel terzo colpo ha superato i 29 metri (29,03 m.), domenica ha partecipato al colpo di tiro della categoria F52-5!

Dopo il suo ritrovato successo, Mesaritis Paralympian di Rio ha dichiarato:

«Sono molto contento del risultato finale perché la prima gara dell’anno si è svolta in condizioni meteorologiche avverse a causa della pioggia e del freddo, ma siamo riusciti a conquistare il primo posto. In queste partite preparatorie osserviamo il livello della nostra competizione e dei nostri atleti. Continuiamo con Track and Field Day a Heraklion tra pochi giorni. Il nostro obiettivo per quest’anno è scalare la classifica mondiale e prepararci per i Campionati Mondiali di atletica leggera del 2023.

Ringrazio il mio allenatore, Hippocrates Skantzakis, che è al mio fianco ogni giorno ma anche in ogni preparazione della partita, affinché possiamo mantenere un alto livello di gioco e ottenere i risultati sperati.

Ringrazio dal profondo del mio cuore la mia famiglia, i miei amici e il mondo intero che sono sempre stati al mio fianco e mi hanno supportato in ogni sforzo.

Grazie mille alle persone che hanno creduto in me e hanno creduto in me e nei miei sforzi. Alle persone che mi hanno sostenuto moralmente e finanziariamente. E queste persone sono i miei Sponsor, che mi danno l’opportunità di prepararmi fornendomi un supporto economico in termini di attrezzatura sportiva, abbigliamento ma soprattutto viaggiare all’estero perché è l’unico modo per salire nelle classifiche mondiali dello sport. “

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.