Formula 1, Imola: Leclerc e Ferrari da un altro pianeta nelle FP1 bagnate

Charles Leclerc è il pilota più veloce nello stile libero di apertura della quarta gara di F1 del 2022 e con riconoscimenti impressionanti.

Quella Gran Premio dell’Emilia-Romagna iniziare nel migliore dei modi per lui Charles Leclerc su Ferrari F1-75 come ha scritto il giro più veloce nelle FP1. In un periodo che è durato su pista bagnata, il monegasco con gomme intermedie non ha avuto avversari e ha segnato 1:29.402 per essere 0.877 secondi più veloce del suo compagno di squadra, Carlo Santo. QUELLO Red Bull Racing sembra che non possa toccare la squadra italiana, con lui Max Ferstappen quasi 1,5 secondi fuori dal tempo di Leclerc.

La forma di Haas è stata impressionante, con Kevin Magnussen e Mick Schumacher che hanno concluso rispettivamente 4° e 5°. Ora il team ei piloti devono lavorare sodo per prepararsi bene per le prove di qualificazione in un secondo momento.

Le FP1 sono iniziate con una pista abbastanza acquosa e il team era riluttante a portare in pista i suoi piloti. Il silenzio è scoppiato dopo cinque minuti, quando Botas e due Haas sono entrati in pista per farsi un’idea di come si comportava la nuova generazione di vetture in queste condizioni. Lentamente, sempre più piloti sono scesi in pista. Leclerc, Saint, Latifi e Albon hanno un’uscita, con il mantenimento della giusta temperatura delle gomme da pioggia che gioca un ruolo molto importante. Naturalmente, il tempo ha continuato a diminuire per i piloti, con Ferstappen in testa nei primi 20 minuti. Il pilota della Red Bull Racing ha fatto segnare il tempo di 1:36.158 e precedeva di 0,3 secondi la Ferrari Saint.

Leclerc ha subito preso il controllo, seguito da Saint, ma il pilota monegasco del team italiano ha esercitato molta pressione ed è uscito di pista, senza entrare in contatto con la barriera. Piuttosto positive le prestazioni di AlphaTauri e Magnussen, che si muovono stabilmente nella top 10, mentre al secondo posto sono rimasti indietro due piloti Mercedes, Hamilton e Russell. A metà del percorso, Perez aveva raggiunto il tempo massimo di 1:35.476, con sempre più piloti che tornavano ai box per le prime modifiche alle loro vetture.

Vettel con l’Aston Martin è stato il primo pilota a montare la gomma media e presto ha iniziato a scalare la classifica. La McLaren ha seguito la stessa strategia dei suoi piloti, con Norris che è salito direttamente al 2° posto. Il turno di Rivatsa 1 (T18) ha causato molti problemi al pilota, con molti abbandoni, ma senza causare alcuna interruzione al processo. Le condizioni della pista stanno migliorando, con le gomme intermedie che rappresentano la scelta giusta. Uno per uno i piloti scelgono questi pneumatici ed eseguono una simulazione di qualifica.

I due piloti Ferrari sono volati sulla pista di Imola, con un punteggio di Sainth di 1:30.803 e sono risaliti al 1° posto, a 10 minuti dalla fine di Leclerc il distacco è stato di 1,2 secondi. Ferstappen sembrava incapace di minacciare la F1-75, mentre Magnussen ha continuato il suo ritmo impressionante.

All’ultimo minuto tutti cercano di raccogliere più dati possibili, perché in seguito dovranno lottare nelle prove di qualificazione. A 5 minuti dalla fine delle FP1, è apparsa una bandiera rossa quando Norris è uscito e ha catturato la sua macchina in una trappola di sabbia alla curva 12. Ma ciò non sembrava necessario, poiché il britannico è tornato in pista. L’azione prosegue per 3 minuti, ma nella classifica non cambia nulla. Solo Botas ha un’uscita impressionante alla curva 12, ma non danneggia la C42.

L’azione prosegue alle 18:00 con le prove di qualificazione del Gran Premio Emilia-Romania. Segui tutta l’azione su gMotion by Gazzetta con LIVE a partire dalle 17:40.

Risultati GP Emilia-Romagna FP1

Foto: Scuderia Ferrari

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.