Formula 1, Binoto: “Mercedes oggi è come la Ferrari l’anno scorso”

Il leader della Scuderia Ferrari non è sembrato impressionato dal ritmo della scuderia tedesca al Gran Premio di F1 di Barcellona.

Il Gran Premio di Spagna si apre negativamente per Scuderia Ferrari, poiché la negligenza di Charles Leclerc riguardo al punteggio di 1-2 della Red Bull Racing lo ha portato a conquistare il primo posto nella classifica dei piloti e dei produttori. QUELLO Matia Binoto Ha sottolineato di non aver perso l’ottimismo, quando ha sottolineato che “il campionato di quest’anno è ancora lontano”.

Il leader della Scuderia Ferrari è stato interrogato da Sky Sport dopo la fine della gara sulle prestazioni della Mercedes e se credeva che fossero tornate nella battaglia per la vittoria. Binoto non sembra impressionato dall’immagine migliorata della squadra tedesca al Barcellona. “In qualifica sono circa 7 decimi del tempo in pole position, mentre in gara sono a più di 30 secondi dalla vetta. Se vince Leclerc, la loro differenza sarà di circa 40 secondi, il che significa 6-7 decimi di secondo al giro significativo che la Ferrari ha avuto l’anno scorso”.ha detto il capogruppo italiano.

Quanto alla questione che ha costretto Leclerc a dimettersi, non è stato in grado di dire esattamente di cosa si trattava: “Si è verificato un problema improvviso al propulsore, sicuramente un serio problema di affidabilità. L’unità verrà spostata presso lo stabilimento di Maranello per essere smontata e collaudata”.

Binoto vuole difenderlo Carlo Santo alla domanda sui nuovi errori che ha commesso e sul fatto che gli manca il bell’aspetto coerente di una Ferrari. “Peccato per quello che è successo a Barcellona, ​​perché con la sua uscita ad inizio gara si sono creati dei problemi alla sua vettura. Ma sono sicuro che presto troverà il suo ritmo ideale con la sua macchina”..

Maura Pirlo

"Secchione di pancetta. Orgoglioso secchione di Twitter. Piantagrane. Studioso di cibo freelance. Devoto drogato del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.