Zelenskiy all’Italia: “Immagina se Mariupol fosse il Genoa” – Politica

Rimangono vuoti diversi seggi a Palazzo Montecitorio, la Camera dei Deputati al Parlamento italiano. In prima fila e sugli spalti, diversi deputati e senatori delle Cinque Stelle e della Lega populista di destra hanno scelto di non onorare con la loro presenza gli oratori ospiti di Kiev. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha ammesso di aver condotto “un’operazione di marketing senza argomenti” che potrebbe “portare a una terza guerra mondiale”, secondo le sue ragioni.

Alcuni di coloro che la pensano in questo modo sono pacifisti, altri sono teorici “senza Ucraina né Russia”, e altri ancora sono tra i “Putiniani”, come gli italiani chiamano un sostenitore non convertito di Vladimir Putin. Secondo questi circoli, se Zelensky può parlare, anche Putin dovrebbe poter parlare. Tutte queste voci hanno dato molto di cui parlare negli ultimi giorni.

Tutte le notizie sulla guerra in Ucraina – due volte al giorno per posta o messaggio push

Tutti i rapporti e le informazioni di base sulla guerra in Ucraina – in SZ al mattino e in SZ la sera. Noi notiziaBollettino ti aggiorna due volte al giorno La registrazione è gratuita su sz.de/morgenabend. in noi app notizie (Scarica qui) Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter o alle ultime notizie come messaggio push.

Ma le preoccupazioni che l’Italia potesse avere un brutto aspetto sono svanite nella standing ovation che il presidente dell’Ucraina ha ricevuto martedì. Zelensky ha descritto la situazione nel suo paese al parlamento con parole drammatiche nel collegamento video. Il fatto che abbia menzionato espressamente il numero dei bambini morti in guerra, 117 all’epoca del suo discorso, è stato inteso come un appello urgente agli italiani: “So cosa significano per voi la famiglia ei bambini”. Ha anche ricordato che tra i circa 70.000 rifugiati ucraini che ora hanno raggiunto l’Italia, 25.000 sono bambini.

Affinché l’Italia comprenda le dimensioni della sofferenza che ci attendono, Zelenskij fa un confronto tra due città portuali più o meno della stessa dimensione, una italiana e una ucraina: “Immagina che la tua Genova venga completamente distrutta: quella è Mariupol oggi. Immagina se fosse completamente distrutta. Mariupol Genova.”

“La resistenza a Mariupol, Kharkiv e Odessa è stata eroica”, ha detto Draghi

Prima del discorso, i media italiani si chiedevano se Zelensky avrebbe utilizzato riferimenti storici, come nel suo discorso ai legislatori di altri paesi. Forse paragonerebbe la resistenza ucraina alla “Resistenza”, la lotta della resistenza partigiana contro fascisti e nazisti nella seconda guerra mondiale. Ma si è astenuto dal farlo, la satira potrebbe dividere il parlamento. Dice invece che l’Italia è un luogo di nostalgia e di vacanza per molti oligarchi russi. “Non puoi più accettare queste persone potenti con i loro immobili, yacht e conti”. Servono più sanzioni contro la Russia.

Poi il presidente del Consiglio Mario Draghi si è rivolto a Zelenskiy e lo ha ringraziato per la “tremenda testimonianza” che lui e il popolo ucraino hanno dato al mondo. “L’arroganza del governo russo si scontra con la dignità di queste persone”. La crudeltà di Putin si riflette nelle città ucraine, “la resistenza a Mariupol, Kharkiv e Odessa è eroica”. L’Ucraina non si sta solo difendendo oggi. “Questo difende la nostra pace, la nostra libertà, la nostra sicurezza. L’Italia vi è molto grata per questo”, ha detto Draghi. Ecco perché l’Italia ora apre le sue porte e il suo cuore ai rifugiati ed è pronta a fare molto di più.

Poi Draghi divenne politico. L’Italia ha sequestrato oltre 800 milioni di euro di beni agli oligarchi russi del Paese. Ora sono in corso sforzi per diversificare le fonti energetiche il più rapidamente possibile in modo che il Paese riduca immediatamente la sua dipendenza dal gas russo. Il centro è la strada verso l’UE. “L’Italia vuole che l’Ucraina faccia parte dell’Unione Europea”, ha detto Draghi. Si dice spesso che il processo di integrazione richiede molto tempo e richiede molte riforme per farlo funzionare. “Sì, Presidente Zelensky, l’Italia sosterrà l’Ucraina in questo processo”.

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.