Vola con il pilota automatico quando entrambi i piloti dormono contemporaneamente

Il centro radar di Marsiglia per almeno 10 minuti non ha ricevuto risposta dall’aereo italiano che sorvolava la Francia. L’allarme è scattato immediatamente, con il risultato che due combattenti francesi sono decollati per ogni evenienza.

Dopo che la comunicazione è stata silenziosa, c’è stata una risposta dall’aereo, a seguito della quale è stato tolto l’allarme. Quindi i voli italiani arrivavano normalmente a Roma, con i passeggeri che non vedevano nulla di anomalo, anzi senza alcun ritardo.

Nelle scorse ore i media italiani hanno pubblicato l’evento che si è svolto nella serata tra il 30 aprile e il 1 maggio.

Era il volo transatlantico AZ609 di Ita Airways, la compagnia che quasi un anno fa ha sostituito la sempre famosa Alitalia. L’aereo parte da New York per l’aeroporto di Fiumicino a Roma con volo notturno.

Secondo i media, citati da ERT, ITA ha avviato un’indagine sull’incidente, in cui il governatore ha affermato che c’era un guasto nel sistema di comunicazione.

Tuttavia, dopo aver controllato l’aereo, il sistema ha funzionato normalmente, mentre al contrario si è visto che per alcuni minuti entrambi i piloti si sono addormentati e l’aereo ha volato con il pilota automatico.

Come di consueto su questa rotta, hanno chiarito i media italiani, uno dei due piloti è riuscito a dormire per alcuni minuti prima di scendere verso la meta di partenza, purché l’altro pilota sia rimasto sveglio.

Di conseguenza, ha affermato l’Ita, “la forte incongruenza tra la dichiarazione del comandante e i risultati di un’indagine interna” ha portato al licenziamento del capitano dell’aereo, perché il “rapporto di fiducia sul lavoro” è stato violato.

Cesarino Endrizzi

"Scrittore. Ninja della musica. Esperto di cibo estremo. Specialista dei social media. Sostenitore di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.