Virus West Nile: dieci morti in Italia – Grecia seconda per casi

Un aumento dei casi di virus del Nilo occidentale è stato registrato nella settimana dal 3 al 10 agosto 2022, in Europa, rappresentando circa un terzo dei casi totali.

Secondo un recente rapporto dei Centri europei per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC), i paesi europei hanno affermato 67 infezioni, legati al virus. Complessivamente, 188 casi è stato registrato dall’inizio della stagione di trasmissione del virus. In primo luogo lo è Italia con 144 incidenti, nel secondo n Hellas con 41 e nel n. Terzo Serbia con 34. Casi sono stati registrati anche in Austria e Romania, due ciascuno, mentre un caso è stato identificato in Slovacchia.

Morire sono stati registrati in Italia, dieci in totale, tre dei quali avvenuti nell’ultima settimana. Inoltre, tre persone sono morte in Serbia.

Nel nostro Paese, secondo gli ultimi rapporti epidemiologici Organizzazione Nazionale della Sanità Pubblica (EODY), dall’inizio della stagione 2022 al 08/09/2022 (12:00 WIB), sono stati diagnosticati un totale di 41 casi domestici di infezione da virus del Nilo occidentale. Di questi, 27 avevano manifestazioni del SNC (SNC, encefalite e/o meningite e/o paralisi flaccida acuta) e 14 avevano manifestazioni lievi (p. es., malattia febbrile/senza manifestazioni del SNC). Nell’ultima settimana sono stati diagnosticati 16 nuovi casi, mentre ad oggi non si registrano decessi di pazienti infetti dal virus. L’età media dei pazienti con manifestazioni del SNC era di 71 anni, con una fascia di età compresa tra 38 e 85 anni.

Secondo EODY, negli insediamenti dell’unità metropolitana sono stati registrati casi di infezione da virus del Nilo occidentale Salonicco e nell’Unità Regionale Larissa, Imazia, Kilki, Pela e Calcidica. Nel periodo successivo, un’ulteriore diagnosi del caso è considerata possibile e prevista.

Distribuzione geografica dei casiEODIO

Infine, EODY rileva che la sorveglianza epidemiologica della malattia, l’attuazione tempestiva di un adeguato programma integrato di controllo delle zanzare e l’attuazione di misure di protezione individuale contro le zanzare sono le misure più appropriate per controllare la malattia.

Notizie correlate

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.