Valigie “Moped” Sané, Werner, Gnabry per officine – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro

Leroy Sané, Timo Werner e Serge Gnabry – una volta era una tempesta da “ciclomotore” ad alta velocità. Quest’estate, quasi nulla ha funzionato per il trio incredibilmente talentuoso.

I giocatori in difficoltà di Hansi Flick hanno marciato uno dopo l’altro verso l’uscita della Puskas Arena di notte.

Timo Werner è di nuovo sfortunato, Serge Gnabry è infortunato e Leroy Sané è un mistero: l’ex “ciclomotore” da tempesta della nazionale di calcio è il caso di un buon workshop di cinque mesi prima dei Mondiali in Qatar. E dopo un serio 1-1 a Budapest contro l’Ungheria, Sané ha ricevuto un annuncio molto chiaro per gli standard della DFB.

L’enigmatico Leroy

“Alla fine devi lottare per uscire come giocatore”, ha detto il direttore della DFB Oliver Bierhoff con voce calma quando Sané se n’era andato da tempo. Il tecnico della nazionale è “molto comunicativo, molto costruttivo, cerca sempre di conquistare i giocatori”, ha aggiunto l’ex campione d’Europa: “Ma a un certo punto devi dire che ora è tutto e un giocatore deve tirarne fuori qualcosa . Esso rende.” Uff!

L’allenatore della nazionale Flick ha parlato più volte duramente con il 26enne professionista del Bayern, come tutti i suoi giocatori. All’inizio della Nations League il 4 giugno in Italia (1:1), Sané è stato autorizzato a giocare dall’inizio, ma è rimasto quasi continuamente deluso: dopo meno di un’ora la partita era finita. Contro l’Inghilterra tre giorni dopo (1-1), l’esterno è entrato in campo solo poco prima del fischio finale. Nulla può essere visto dalla differenza che un tale giocatore elogia. All’inizio della sessione di allenamento a Herzogenaurach negli ultimi giorni, Sané sembrava sempre stranamente demotivato. Non ha ancora segnato con la maglia della DFB nel 2022.

“Con Leroy, non dovresti interpretare eccessivamente il tuo linguaggio del corpo”, afferma Bierhoff. “È così che stanno le cose. Ma ovviamente è importante, e lui sa che, nonostante questo linguaggio del corpo, deve solo uscire naturalmente”. Non è una situazione facile per Sané, che l’anno scorso raramente sembrava convincente al Bayern. “Lo abbiamo aiutato, ma ovviamente ha dovuto aiutare se stesso”, ha detto Bierhoff.

Povero Timo

Leggi anche

squadra nazionale

Avviso di regressione Flick: accensione contro l’Italia

Werner ha avuto l’appoggio di Flick in serata poiché l’allenatore della nazionale – alla domanda sull’attaccante – ha evitato come al solito le critiche individuali. “Lascerò perdere il fatto che non abbiamo davvero fiducia nella squadra”, ha detto Flick. Solo sette tentativi di tutta la squadra, di cui uno andato dritto in porta: ci sono partite in cui uno stesso attaccante ha almeno questa statistica. Non Werner questa volta. Dopo mesi difficili al Chelsea FC, l’atteso rilascio per il 26enne in questa oasi di benessere con la squadra della DFB non si è finora concretizzato.

“È vero che si impegna molto e cerca di mettere sotto pressione l’avversario”, ha detto Flick, che ha più volte elogiato la pista speciale di Werner. “Che si offre sempre. Ma non abbiamo avuto abbastanza occasioni per segnare”.

Bierhoff, il marcatore vincitore dell’EM 1996, ha parlato in linea di principio di un problema di base noto da tempo. “Abbiamo giocatori pericolosi in porta, ma ovviamente non abbiamo più il classico attaccante che vedi e che tutta l’Europa sta cercando”, ha detto il direttore della DFB, che ha nominato il calciatore mondiale polacco bavarese Robert Lewandowski e il norvegese Erling Haaland. , che è ancora con il Borussia fino a fine mese, il Dortmund è sotto contratto. “Non ce l’abbiamo”, ha detto Bierhoff. Questo dovrebbe essere compensato dal “passare attraverso più combinazioni di calcio e la potenza e la velocità di dribbling dei nostri giocatori”.

Serge ferito

Questo profilo si applica esattamente a Gnabry. Nelle belle giornate, i compagni di squadra di Sané possono creare scene rivoluzionarie con il campione del record con la sua velocità e tecnica. 20 gol in 33 nazionali è ancora una buona statistica sulla carta, ma Gnabry è stato sopraffatto in fase difensiva contro l’Italia. Come Werner, gli è stato permesso di giocare contro l’Inghilterra solo nell’ultima mezz’ora. Un problema al polpaccio gli ha permesso di sedersi sugli spalti solo in Ungheria.

È lecito chiedersi se il trio di cosiddetti “ciclomotori” di Niklas Süle, ormai quattro anni fa, potrà provare insieme contro l’Italia a Mönchengladbach questo martedì (20:45 / ZDF). Non era solo un problema al polpaccio di Gnabry.

© dpa-infocom, dpa:220612-99-634339/3

Fiore Greco

"Fanatico dei social media hipster. Introverso. Tossicodipendente del web. Risolutore di problemi incredibilmente umile. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.