Spagna – Italia – Regno Unito: 44 casi di vaiolo

La Spagna ha annunciato oggi altri 14 casi confermati di vaiolo delle scimmie, portando il numero totale di casi a 21, secondo le autorità sanitarie regionali di Madrid.

Le autorità britanniche, dal canto loro, hanno annunciato oggi 11 nuovi casi, portando il totale a 20. “La maggior parte dei casi è lieve e posso confermare che abbiamo ottenuto ulteriori dosi di vaccino efficaci contro il vaiolo delle scimmie”. , ha notato via twitter il ministro della Salute britannico Sajid Javid.

L’epidemia sembra essere stata esacerbata nelle ultime settimane in Africa occidentale nel Regno Unito, Portogallo, Australia, Italia, Canada e Stati Uniti.

Le autorità italiane hanno annunciato oggi che finora nel Paese sono stati diagnosticati tre casi.

Il vaiolo delle scimmie è una malattia infettiva rara, simile al vaiolo umano che è stato eradicato nel 1980. Sebbene sia più lieve e la maggior parte dei pazienti guarisca entro poche settimane, in rari casi può essere fatale.

I sintomi includono febbre, mal di testa, dolori muscolari, linfonodi ingrossati, brividi e affaticamento. I pazienti possono anche sviluppare un’eruzione cutanea, che spesso inizia sul viso e si diffonde ad altre parti del corpo, compresi i genitali.

Non esiste una cura per il vaiolo delle scimmie, che si trasmette attraverso il contatto con pazienti infetti o fluidi corporei, compresa la saliva. Questa malattia di solito scompare da sola.

L’Ospedale delle Malattie Infettive Lazaro Spalaccani di Roma e un sobborgo della capitale italiana ha reso noto che nel Paese sono stati diagnosticati in totale tre casi di vaiolo.

Secondo gli scienziati italiani, i due nuovi casi sono legati a “zero pazienti” diagnosticati positivi ieri, giovedì, al ritorno dalle Isole Canarie.

“Questa forma è caratterizzata da sintomi più lievi rispetto al vaiolo tradizionale. “Non dovrebbe essere un allarme, ma bisogna stare attenti”, ha detto Francesco Vaia, direttore dell’Ospedale Spalanzani.

Ha aggiunto che, secondo i dati fino ad ora, coloro che erano stati vaccinati contro il vaiolo non erano a rischio, ma ciò non significava che le vaccinazioni di massa sarebbero state effettuate solo in questo momento.

Con informazioni da: -ΜΠΕ, Reuters

Le notizie di oggi

Seguilo kathimerini.gr su Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, su kathimerini.gr

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.