Prima foto del “padre della privatizzazione russa” in ospedale: Chubais (67) è paralizzato e non riesce a chiudere gli occhi

Anatoly ubais (67) nella foto pubblicata di recente è sdraiato in un letto d’ospedale in Sardegna, in Italia, secondo il medico curante, ha un raro disturbo neurologico. perdita della capacità di chiudere gli occhi, muovere i muscoli facciali e camminare. Il luogo da cui ubais è stato portato in ospedale è stato perquisito da membri del servizio italiano in tuta anti-chimica, presumibilmente per tracce di veleno, ha scritto il server. Mail giornaliera.

Prima che il politico si dimettesse dalla sua posizione al Cremlino e viaggiasse dalla Russia, Chubais ricopriva il ruolo Vice Primo Ministro e Capo di Stato Maggiore. È di gran lunga il più alto funzionario russo che ha deciso di lasciare la sua posizione a causa della disputa in Ucraina. Ha lavorato per il Cremlino per molti anni prima di lui mettere in diventare un membro del governo federale.

Di nuovo in pista tra un anno

“Le sue condizioni sono stabili, ma Anatoly Chubais è ancora in terapia intensiva”, ha detto la giornalista ed ex candidata alla presidenza Ksenia Sobčakova. “Le sue braccia e gambe non funzionano correttamente, non riesce a chiudere gli occhi e ha una paralisi facciale parziale”.

La sindrome di Guillain-Barré è una malattia neurologica rara e in alcuni casi fatale che, secondo i medici, è il più delle volte causata da problemi al sistema immunitario. I sintomi includono intorpidimento, debolezza e dolore. Se questa sindrome viene trattata precocemente, la maggior parte dei pazienti guarisce completamente entro un anno.

Cosa c'è dietro l'esplosione di rabbia di Medvedev?  Vogliono disperatamente rimanere rilevanti, dicono gli esperti

Ci sono alleati Putin dietro questo?

Secondo un account anti-Cremlino sul social network Telegram, Chubais è nella lista degli obiettivi di uno stretto alleato del presidente russo, Nikolai Patrushev, ma l’amministratore dell’account non supporta le sue accuse con alcuna prova. “L’elenco è lungo e contiene 18 nomi di persone piuttosto famose”, ha scritto l’interessato su Telegram. “Patrushev ha aggiunto alcune persone che personalmente non piacciono a Putin, o chi gli ha fatto dubitare della sua lealtà.’

“A giudicare dal fatto che Patrushev era di buon umore dopo aver parlato con il presidente, Putin lo sostiene e accetta di “stabilire il punteggio” con le persone sulla lista”, ha continuato l’utente. “E poi, sorprendentemente, domenica, diverse fonti hanno riportato un forte calo della salute degli ubai”. Ma l’account manager alla fine ha ammesso che in questo caso potrebbe essere solo una coincidenza.

“Sapendo come funziona il sistema, possiamo intuire che questa è molto probabilmente una coincidenza perché non c’è tempo per prepararsi a un tentativo di omicidio mortale”. ha concluso l’utente di Telegram. “Patrushev preferisce quando può prepararsi con cura per questo tipo di operazione speciale”. Patrushev, come Putin, era l’ex direttore sopravvissuto del KGB sovietico, il Servizio di sicurezza federale (FSB).

L’Estonia rimuoverà tutti i monumenti sovietici nel paese o verrà spostata. La tempistica esatta di questo passaggio dipenderà dalle possibilità logistiche di città e comuni, ha affermato il primo ministro della nazione baltica, Kaja Kallasová, secondo l’agenzia DPA. Sarà anche ricordato il controverso carro armato T-34 nella città di Narva, a maggioranza russa.

“La cosa principale è stata decisa: il monumento sovietico deve essere rimosso dagli spazi pubblici e lo faremo il prima possibile”, ha affermato il Primo Ministro. Secondo lui, ogni città e comune sarà responsabile della rimozione dei punti. Secondo Kallas, ci sono ancora tra 200 e 400 di questi monumenti nell’ex repubblica sovietica.

Il governo ucraino respinge l’affermazione di Amnesty International che affermava che le forze di difesa dello stato hanno attaccato gli invasori dalle aree residenziali della città. Lo riporta il quotidiano The Kyiv Independent.

“Se il presidente (Vladimir) Putin pensa solo a fare qualcosa di simile a un paese della NATO, come ha fatto con la Georgia, la Moldova o l’Ucraina, quindi l’intera Alleanza del Nord Atlantico sarà presto coinvolta”. ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg. “Quello che è successo in Ucraina è stato terribile, ma sarebbe molto peggio se ci fosse una guerra tra Russia e NATO”, ha aggiunto.

Visualizza completo in linea

Xaviera Spina

"Creatore di guai. Affamato di birra. Appassionato di caffè. Imprenditore incurabile. Secchione di viaggio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.