Pole position per Ferstappen – Super Sport FM

Max Ferstappen ha conquistato la pole position al GP d’Italia dopo che le prove di qualificazione sono state svolte sotto la pioggia in un processo episodico con molte pause.

Il test di qualificazione per il 4° GP di Formula 1 dell’Emilia Romagna di quest’anno sul circuito di Imola si è trasformato in un test in cui le condizioni meteorologiche mutevoli rendono il risultato un po’ come una lotteria.

Tutto dipende dalla pioggia, dall’acqua sull’asfalto e dal tempo di ogni pilota in pista. Questo è successo anche nel terzo trimestre. Il pilota esce in pista con un tergicristallo intermedio e con il passare del tempo la traiettoria ideale si asciuga. Il tempo è continuato, fino a quando il round è stato interrotto da una bandiera rossa di Kevin Magnussen.

Alla ripartenza, Charles Leclerc della Ferrari ha segnato nel primo anno, con 20 millesimi di vantaggio su Ferstappen, ma l’olandese ha risposto subito al giro successivo, davanti a Monegasco di 0,8″.

Dimostra che il campione ha raggiunto questo obiettivo quando ha alzato l’acceleratore sulla bandiera gialla per l’Alfa Romeo di Valteri Botas che si trascinava ai margini della pista: le condizioni ideali della traiettoria sono migliorate enormemente, ogni secondo. Leclerc non ha avuto il tempo di riprovare, quando è uscita una nuova bandiera rossa, a spazzare via l’Alfa Romeo.

Mancano tre minuti alla fine e quando la stagione 3 ricomincerà sembra che avremo un duello fronte-retro molto interessante tra Ferstappen e Leclerc, dato che sono entrambi a metri dalla pista. Ha sbandato molto con le gomme da pioggia media, ma è stato sicuramente un bel duello.

Ma non è mai successo: l’uscita di Lando Norris con la McLaren nella trappola di sabbia avrebbe emesso un’altra bandiera rossa, 38 secondi prima della dama, il che significa che nessuno dei due piloti ha avuto il tempo di completare l’ultimo giro. Quindi, tutti hanno avuto il tempo che hanno avuto quando Botas è stato lasciato indietro.

Carlos Sainte non ha preso parte alla Q3, a causa di una lieve caduta – ma un disastro per le sue speranze ha minacciato Leclerc – caduta dopo il suo primo veloce tentativo in Q2. Lo spagnolo è scivolato sulla Rivatsa e ha rotto la sospensione della Ferrari alla barriera.

La caduta di Lando Norris alla fine lo ha portato ad un inaspettato terzo dall’inizio, davanti a Magnussen (che è rientrato ai box dopo la sua stessa uscita). Fernando Alonso, il più esperto in F1, ha colto l’occasione – e il nuovo piano di Alpine – per salire al 5° posto, davanti a Daniel Ricciardo con un’altra McLaren.

Come Leclerc nella Q3, George Russell e Lewis Hamilton nella Q2 non hanno avuto possibilità di migliorare i loro tempi. Quindi sono stati eliminati dalla top ten, il peggior test di classifica della squadra da anni.

fonte: sport24.gr

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.