L’Occidente sembra avvicinarsi all’esclusione della Russia dal sistema di pagamento SWIFT. L’Italia sosterrà anche la mossa iROZHLAS

La decisione di escludere la Russia dal sistema di pagamenti globali SWIFT verrà presa tra pochi giorni, ha detto a Reuters il governatore di una delle banche centrali dell’eurozona. Il primo ministro lituano Ingrid imonyté ha parlato allo stesso modo. Anche l’Italia, finora contraria, ha deciso di sostenere questa nuova misura.




Kiev

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Chiudere




Il Presidente del Consiglio Mario Draghi Fonte: Reuters

“SWIFT è solo questione di tempo, un tempo molto breve, giorni”, ha affermato il governatore della banca centrale che non ha voluto essere nominato. “Basta così? No. È necessario? Certamente. Le sanzioni hanno senso solo se significano costi per entrambe le parti. E questo sarà costoso”, ha aggiunto.

Fondatore del sistema SWIFT: Tagliare fuori la Russia danneggerà anche l’economia dell’Europa e del resto del mondo

Leggi gli articoli


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel frattempo, ha affermato che il primo ministro italiano Mario Draghi ha sostenuto la disconnessione della Russia da SWIFT durante una telefonata congiunta. La Roma finora è stata contraria.

Lo stesso premier italiano non lo ha detto pubblicamente, ma il leader del Pd, Enrico Letta, ha scritto su Twitter che “Mario Draghi ha confermato che l’Italia sosterrà l’esclusione della Russia dal sistema SWIFT”.

Mario Draghi conferma che sosterrà il divieto della Russia #VELOCE.

11:02 – 26. 02. 2022






3012




22619

Spada Guardia ha scritto che la disconnessione della Russia dal sistema SWIFT è diventata più probabile dopo che Cipro ha approvato la proposta. Il primo ministro lituano Simontyte ha affermato che non sembra esserci una forte resistenza alla mossa.

Venerdì, il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha annunciato che anche la Germania era pronta a disconnettere la Russia dal sistema SWIFT e sabato il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto insiste sul fatto che il suo paese non insisterà sul suo rifiuto. Allo stesso tempo, ha offerto Budapest come sede per possibili colloqui di pace tra Russia e Ucraina.

jgr, CTK

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Chiudere




Xaviera Spina

"Creatore di guai. Affamato di birra. Appassionato di caffè. Imprenditore incurabile. Secchione di viaggio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.