Italia: libertà negli stadi, nei teatri, nei cinema DW regole

Questa è la decisione finale del governo di Maro Draghi, di tornare gradualmente alla vita quotidiana prima della pandemia. Con tassi di occupazione superiori a quelli suggeriti dallo speciale comitato di scienziati che inquadrarono il governo romano.

In effetti, questa è una conseguenza positiva della campagna vaccinale italiana e dei casi limitati dopo l’apertura delle scuole italiane tre settimane fa, come sottolineato dalla stampa italiana. Forse domani, la popolazione di un paese completamente vaccinato di età superiore ai 12 anni raggiungerà l’obiettivo dell’80%.

Nelle discoteche e nei locali si stima che la pienezza sia del 50% al chiuso e del 75% negli spazi aperti. Il vento dell’ottimismo soffia nei campi dell’arte, della cultura, della musica italiana.

Presto la vaccinazione verde passa

Teatro La Fenice di Venezia

Con decine di appelli, gli artisti italiani hanno finalmente chiesto di poter tornare a lavorare come di consueto. Perché la loro situazione finanziaria è, nella maggior parte dei casi, molto problematica e gli aiuti di Stato sono insufficienti.

“Ora, con grande gioia e soddisfazione, possiamo accogliere la loro richiesta”, ha affermato il ministro della Cultura italiano Dario Francescini. Secondo alcuni commentatori, se i nuovi casi rimangono a livelli relativamente bassi e il calo delle temperature non supporta la trasmissione del virus, è possibile che prima della fine dell’anno si adottino ulteriori misure, con allentamenti e altre tutele. Misurazione.

In Italia, intanto, entro una settimana entrerà in vigore un pass di vaccinazione verde, che sarà richiesto per entrare nei bar, nelle palestre, nei luoghi culturali e quant’altro, oltre che nei luoghi di lavoro pubblici e privati.

Con le misure attuali e il parallelo contenimento dei casi di coronavirus, è chiaro che la “linea di decisione” del governo Draghi si sta rafforzando e, allo stesso tempo, i produttori italiani di vaccini si stanno indebolendo.

Theodoros Andreadis Siggelakis, Roma

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.