Italia: la Chiesa allenta le regole sulla pandemia – Vatican News

Dopo quasi due anni, le norme sulla pandemia sulle chiese italiane sono state allentate. Secondo una lettera della Conferenza episcopale di venerdì, le mascherine sono ancora obbligatorie fino alla fine di aprile, ma in precedenza la distanza minima di un metro non era più valida. Tuttavia, la fontana dell’acqua santa alla porta della chiesa rimane vuota e un segno di pace con una stretta di mano è ancora sconsigliato.

Prima di distribuire la comunione, i sacerdoti devono continuare a disinfettarsi le mani e indossare le mascherine. Le persone con sintomi influenzali non dovrebbero partecipare alle funzioni religiose. La processione, invece, è stata nuovamente consentita, si legge nella lettera. Per inciso, i responsabili del sito devono decidere e agire in base alle loro circostanze individuali.

All’inizio della pandemia di coronavirus nel marzo 2020, tutte le funzioni religiose sono state annullate a causa del blocco generale. A maggio, la conferenza episcopale ha concordato con il governo una serie di regole per l’osservanza delle celebrazioni liturgiche.

Da allora, è rimasto sostanzialmente invariato durante tutte le ondate di infezione. Con la scadenza dello stato di emergenza in Italia il 31 marzo, verranno revocate anche alcune restrizioni.

(kna – mg)

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.