Italia: Dostoevskij “tagliato fuori” dall’Università degli studi di Milano – Reazioni e murales di scrittori russi

La decisione dell’Università italiana di ritirare il corso di Dostoevskij a causa dell’invasione russa dell’Ucraina suscitò una tempesta di reazioni e alla fine fu ritirata.

La decisione dell’Università degli studi di Milano “Bikoka” di ritirare il corso di scienze per Dostoevskij a causa della guerra in Ucraina ha suscitato molte reazioni. In effetti, questa decisione è stata presa contro un’altra proposta, che prevedeva l’introduzione dello studio della letteratura ucraina.

L’Amministrazione universitaria è stata costretta a ritirare la sua inaccettabile decisione di “esilio” uno degli scrittori più importanti – se non il più importante – della letteratura moderna, dopo le proteste.

Tra coloro che hanno reagito c’è l’artista napoletano Jorit che ha dedicato un grande murale agli autori dei romanzi “Delitto e castigo”, “I fratelli Karamazov” e altri.

Molti italiani si oppongono alla decisione dell’università

Jorit ha detto che molti italiani hanno condannato le azioni dell’Università di Milano. L’affresco napoletano è basato sul ritratto di Dostoevskij, dipinto nel 1872 da Vassily Petrov.

Sull’angolo della parete dell’Istituto Tecnico Augusto Ridgi è dipinto un grande murale. La seconda parte del murale è un estratto dal film “Falchi e passeri” di Pier Paolo Pasolini.

Seguilo in Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità
Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, su ingr

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.