Il leader della fazione SPD annuncia ulteriore assistenza Ultime notizie

Berlino – Alla luce dell’aumento dei prezzi, la coalizione del semaforo vuole decidere ulteriori aiuti prima della pausa estiva parlamentare, secondo il leader del gruppo parlamentare SPD Rolf Mützenich.

Nonostante i due pacchetti di aiuti che sono stati approvati, sappiamo che a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia e dei generi alimentari, la classe media in particolare ha bisogno di ulteriore assistenza, ha detto Mützenich al portale di notizie t-online. Quando gli è stato chiesto se sostenesse la proposta di pagare anche ai pensionati un tasso fisso di 300 euro sull’energia, ha detto: “Posso immaginarlo. Ma discuteremo e decideremo insieme”.

Anche il ministro dell’Agricoltura Cem zdemir ritiene che sia necessaria ulteriore assistenza. “Welt am Sonntag” dice il politico dei Verdi: “Sono preoccupato per l’attuale andamento dei prezzi dei generi alimentari a causa della guerra in Ucraina”. Il governo federale ha immediatamente messo a punto un pacchetto di aiuti per reagire alle conseguenze della guerra. “E se le cose continuano così, allora posso dirti: dopo il pacchetto di aiuto prima del pacchetto di aiuto.”

L’inflazione “la più grande minaccia alla pace sociale”

Il segretario al Tesoro federale e leader dell’FDP Christian Lindner ha definito l’inflazione “la più grande minaccia allo sviluppo economico e alla pace sociale” nel Paese: “Pertanto, combatterla deve avere la priorità in tutti i compiti importanti”, ha affermato Lindner di “Passauer Neue Presse” (sabato). . . Per limitare la perdita di potere d’acquisto tra le persone, il governo federale ha agito attraverso aiuti mirati. Lindner potrebbe immaginare agevolazioni fiscali. “Stiamo riformando i salari e le imposte sul reddito l’anno prossimo, adeguando la detrazione fiscale di base e le aliquote fiscali per l’inflazione. E se dipendesse da me, ci sarebbero ulteriori sgravi per i redditi bassi e medi”.

Dato l’aumento dei prezzi al consumo, il capo di Verdi Frank Werneke ritiene che un risarcimento attraverso salari più alti sia inevitabile. “Il nostro percorso è molto chiaro: gli aumenti permanenti dei prezzi devono essere completamente compensati da aumenti permanenti dei salari collettivi”, ha affermato Werneke dell’agenzia di stampa tedesca. Si aspetta ulteriore assistenza ai residenti da parte del governo federale, soprattutto per quanto riguarda il significativo aumento dei prezzi dei generi alimentari.

Prendere di mira le compagnie petrolifere

Il leader dell’SPD Lars Klingbeil vuole tassare più “crisi e profittatori di guerra” e puntare gli occhi sulle compagnie petrolifere in particolare. È improbabile che “le compagnie petrolifere si riempiano ancora di più le tasche in una crisi”, ha detto al quotidiano del gruppo mediatico Funke. Ha discusso intensamente la questione di come affrontare coloro che hanno beneficiato di crisi e guerre e che hanno tratto grandi benefici dalla situazione attuale. Il capo dell’Spd è aperto alle tasse sugli utili in eccesso per estorcere profitti di crisi estrema: “La tassa sui profitti di guerra e di crisi è uno strumento sul tavolo e penso che valga la pena prenderlo in considerazione”.

Le compagnie petrolifere sono state criticate per i prezzi elevati del carburante. Il taglio delle tasse sull’energia di mercoledì ha causato solo un calo temporaneo dei prezzi. Recentemente si sono ripresentati in molti posti. Secondo l’ADAC, sabato mattina il prezzo del Super E10 è salito di nuovo. Diesel era più o meno al livello del giorno precedente.

Matthias Miersch, leader del gruppo parlamentare SPD, ha anche spinto per una legislazione più severa, dati i prezzi del carburante costantemente elevati. “Dobbiamo chiederci se certi vantaggi siano immorali”, dice Miersch della “Süddeutsche Zeitung” (sabato). “I politici ora devono considerare quali risposte hanno oltre agli aiuti finanziari che andranno alla radice del problema”, ha affermato Miersch. Ciò include anche evitare i cosiddetti profitti in eccesso.

Il capo dell’Ifo, Clemens Fuest, ha messo in guardia contro una mossa del genere. Nella situazione attuale, non credeva nelle tasse speciali per gli utili in eccesso. “I profitti sono tassati. L’introduzione di tasse speciali per i singoli settori a seconda della situazione economica apre le porte all’arbitrarietà e al populismo”, ha detto al Rheinische Post.

Merz: Lo stato non può compensare tutto

Il leader della CDU Friedrich Merz ha messo in guardia contro le speranze che lo stato compenserà tutti i costi aggiuntivi causati dall’inflazione. “Non tutti i costi di sviluppo possono essere compensati dal portafoglio pubblico”, ha detto Merz alla rete editoriale tedesca (sabato). Sul tavolo c’era una proposta di favore della fazione dell’Unione. Questi includono l’eliminazione degli sviluppi freddi, i prezzi forfettari dell’energia per i pensionati e gli studenti e la riduzione della tassa sull’elettricità all’aliquota minima dell’UE.

Gli agricoltori presumono che i prezzi del cibo continueranno a salire. Il presidente degli agricoltori Joachim Rukwied ha dichiarato alla “Neue Osnabrücker Zeitung” che la fine della strada non è stata ancora raggiunta: “Noi agricoltori abbiamo sicuramente bisogno di prezzi più alti per poter fare qualsiasi attività. Presumo che i prezzi nei supermercati continueranno a salire in il futuro prossimo.”

Calvina Fontana

"Fanatico della cultura pop hardcore. Studente. Comunicatore generale. Zombieaholic. Risolutore di problemi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.