I paesi mediterranei chiedono più aiuto con la migrazione



Le persone lasciano la nave di salvataggio OceanViking dell’organizzazione umanitaria SOS Mediterranee attraverso un vicolo a Pozzallo, in Sicilia. – © Candida Lobes/SOS MEDITERRANEE/dpa

Cinque paesi mediterranei Italia, Spagna, Grecia, Cipro e Malta chiedono maggiore solidarietà agli Stati membri dell’UE quando si tratta di migranti.

Sono sostenute le trattative a tappe per i patti europei in materia di migrazione e asilo, ha affermato sabato il ministro dell’Interno italiano Luciana Lamorgese dopo un incontro con i suoi omologhi a Venezia. Questo è il passo giusto verso una soluzione equilibrata di responsabilità e solidarietà che altri Paesi europei devono dimostrare.

L’obiettivo dell’incontro era trovare una posizione comune per una nuova politica migratoria europea. I membri dell’UE hanno discusso per anni su come cooperare in futuro quando si tratta di accettare i migranti. I paesi mediterranei, in particolare, hanno ripetutamente chiesto più sostegno e meccanismi di redistribuzione poiché la maggior parte dei migranti arriva lì.

Lezioni dalla guerra d’Ucraina

Secondo Lamorgese, la crisi ucraina dimostra che l’Europa può stare unita per aiutare coloro che sono fuggiti. “Questa solidarietà va costruita anche nel meccanismo di redistribuzione dei migranti”, ha spiegato il politico apartitico. Il ministro dell’Interno maltese Byron Camilleri ha chiesto lezioni dalla crisi ucraina. Anche la migrazione nella regione mediterranea deve essere gestita insieme. “Se non agiamo ora su questa crisi migratoria, invieremo un messaggio per agire in modo diverso dagli altri che cercano rifugio”.

I cinque paesi hanno anche invitato l’UE a cooperare con i paesi di transito e di origine per prevenire il pericoloso attraversamento dei migranti mediterranei e per cercare il rimpatrio delle persone. I ministri dell’Interno si sono lamentati degli enormi problemi causati dal numero crescente di migranti.

In Italia, il ministero dell’Interno ha registrato finora quest’anno circa 20.000 migranti che hanno raggiunto il Paese in barca (a partire da venerdì). Secondo le statistiche, sono circa 5.000 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ad aprile e maggio, le autorità hanno assistito a un aumento molto significativo dei migranti in arrivo in barca.


Suggerimenti per i collegamenti

pnp.de non è responsabile per il contenuto di siti Web esterni.


Fiore Greco

"Fanatico dei social media hipster. Introverso. Tossicodipendente del web. Risolutore di problemi incredibilmente umile. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.