Georgia Meloni: Chi sono i seguaci di Mussolini che si dicono pronti a…

In sole 24 ore, l’Europa ha potuto vedere per la seconda volta nello stesso mese che l’estrema destra ha preso il potere in un paese europeo. Dopo la Svezia, sembra improbabile che l’Italia sia lontana dall’eleggere il suo primo primo ministro donna, il capo dell’estrema destra italiana, Giorgia Meloni.

Chi è Giorgia Meloni?

Figlio di genitori divorziati, fin dall’adolescenza è stato coinvolto nella gioventù politica di destra, giornalista moderatamente istruito, fan di Tolkien e “Il Signore degli Anelli”. figlia di una tormentata siciliana, grassa e depressa, disoccupata Anche la madre di Anna, che ha cresciuto sua figlia da sola, sta combattendo l’obesità e superandola, come dice lei, grazie al suo impegno nello sport.

Qualche anno fa, nel 2016, l’italiana bassa, bionda e con gli occhi azzurri, eletta al parlamento italiano dal 2006 e ministro, è diventata mamma. Il padre di sua figlia, la sua sposa, Conduttore televisivo esperto del canale Berlusconi, Andrea Giabrunonato a Milano nel 1981, con il quale non sono sposati.

Questa è Giorgia Meloni, il leader della destra italiana, sostenuta dal mondo degli affari, mentre Berlusconi e Salvini si sono uniti a lui. alleanza elettorale.

Gli elettori? Le donne vedono in se stesse una parte di se stesse ei sondaggi mettono il suo partito, i “Fratelli d’Italia”, al primo posto con il 24%, davanti al Pd (21%).

Cosa dice di sé? In modo che “moglie, madre, italiana, cristiana“e soprattutto ha dichiarato”pronto“.

Giorgia Meloni, nata in una confortevole casa a nord di Roma nel 1977, difende i cosiddetti valori tradizionali della famiglia e definendo la comunità LGBTI+ una “lobby” mentre deride la teoria dell’identità di genere mentre si opponevano alle coppie dello stesso sesso che hanno figli.

MELONI

Ammiratore di Mussolini, Meloni, rifiutano anche la pratica delle quote rafforzare la presenza delle donne nella politica e negli affari sostenendo che le donne dovrebbero salire al vertice da sole, come lei.

Come la figlia di un ragioniere di sinistra sardo e di una casalinga conservatrice siciliana, sia diventata un’esponente di idee neofasciste, si spiega nel suo background familiare. Il padre, Francesco, lasciò la famiglia quando Giorgia aveva 12 anni a Roma per cercare fortuna nelle Isole Canarie. Meloni non lo perdonerà mai e sceglierà di non vederlo più nella sua vita.

Intanto, prima della sua partenza, furono costretti a trasferirsi nel quartiere operaio più povero a sud della capitale italiana. Secondo i resoconti italiani, all’età di tre anni, mentre giocavano a fiammiferi e candele con la sorella, avrebbero dato fuoco alla loro casa di famiglia.

A 15 anni alla festa della Gioventù Mussolini

Le sue preoccupazioni politiche hanno portato la Georgia all’età di 15 anni a diventare un “Movimento sociale italiano” giovanile che accoglie la politica erede del partito fascista Benito Mussolinisciolto alla fine della seconda guerra mondiale.

Nel 2006 Meloni all’età di 29 anni, diventerà il più giovane vicepresidente del parlamento italiano e nel 2008 il più giovane ministro, assumendo il Ministero della Gioventù.

Nel frattempo, l’ha finito studi nella professione turistica presso una scuola professionale di Roma, l'”Instituto Americo Vespucci” – pur affermando un po’ vagamente e un po’ falsamente di essere laureato in lingue – e lavora come giornalista. Con la sua collega giornalista, che lavora per il canale Berlusconi, ha una figlia, Ginevra, 6 anni, oggi.

Mussolini: “Buon politico”

In Francia, osservando il fenomeno e guardando recentemente al concorso elettorale che ha messo in luce l’estrema destra francese come polo consolidato e potente del Paese, ricordano che Meloni, 19 anni, definì il fascista Benito Mussolini un “buon politico”.

“Penso che Mussolini sia un buon politico. Tutto quello che fa, lo fa per l’Italia”. ha dichiarato nel 1996 alla televisione francese, aggiungendo che le sue virtù “non si trovano nei politici” dalla sua morte.

Georgia, Frodo e gli Hobbit

Il New York Times, nel suo articolo su Meloni, ha affermato che un politico che si è dichiarato “pronto” a prendere il governo italiano era preoccupante.

Un giovane attivo membro del Movimento Sociale Italiano post-fascista, lui e i suoi compagni attivisti si chiamavano soprannomi come Frodo e Lo Hobbit, a dimostrazione del loro amore per Il Signore degli Anelli e altre opere dello scrittore britannico Tolkien. Il loro amore giovanile per l’opera iconica del fantasy epico si riflette nelle visite a tema alle scuole travestite da Hobbit e nella loro partecipazione a eventi della banda folk estremista Compagnia dell’Anello, o Compagnia dell’Anello.

In Italia, osserva il NYT, “Il Signore degli Anelli” è stato per mezzo secolo un pilastro importante in cui i discendenti postfascisti ricostruiscono l’identità di destraCerca nell’era del mito tradizionale simboli, eroi e miti della creazione senza tabù fascisti.

“Penso che Tolkien possa parlare meglio di noi di ciò in cui credono i conservatori”, ha detto Meloni, che ora ha 45 anni, aggiungendo: “Non credo che Il Signore degli Anelli sia una fantasia”.

Berlusconi, Salvini, Meloni: Compagnia di Villa Grande

Con un’altra cerchia di amici, molto forte e più capace di sconvolgere la scena politica, il veterano Silvio Berlusconi ed esponente della politica anti-immigrazione più estrema del Paese, Matteo Salvini, anche Meloni ha svolto un ruolo fondamentale nelle vicende che hanno portato alla il tentativo di rovesciamento del presidente del Consiglio tecnocratico Mario Draghi e, infine, l’annuncio delle elezioni politiche.

Leggi anche

Giorgia Meloni: chi sono i seguaci di Mussolini che si dichiarano pronti a diventare la prima donna presidente del Consiglio d'Italia - foto 3

Come ha rivelato Politico, i pasti a Villa Grande sono iniziati lo scorso ottobre, come ha annunciato lo stesso Berlusconi in un post sulla sua pagina Facebook personale.

ITALIA MELONI SALVINI BERLUSCONI

Come scrive, i suoi appuntamenti sono settimanali e presi in relazione alle elezioni presidenziali che si terranno nel febbraio 2022 e alla permanenza di Mattarella, e basta. “Il centrodestra intende muoversi con fermezza e rapidità preparare la prossima nomina elettorale e politica, con particolare attenzione all’elezione del prossimo Presidente della Repubblica”.

Domenica 25 settembre si deciderà se cibo a Villa Grande riuscirono finalmente a portare Giorgia Meloni alla carica di primo presidente del Consiglio d’Italia.

Leggi anche

Giorgia Meloni: chi sono i seguaci di Mussolini che si dichiarano pronti a diventare la prima donna presidente del Consiglio d'Italia - foto 5


ultime notizie

Sii il primo a leggere le notizie su ciò che sta accadendo ora in Grecia e nel mondo su thetoc.gr

Maura Pirlo

"Secchione di pancetta. Orgoglioso secchione di Twitter. Piantagrane. Studioso di cibo freelance. Devoto drogato del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.