F1: Gli ultimi sviluppi negli scenari di trasferimento

Sebbene Alfa Tauri lei ha annunciare che manterrà Pierre Gasly, 26 anni, nel 2023, non è un segreto Alpi lei ha approccio Squadra italiana a smantellare il francese dopo averli persi Fernando Alonso e Oscar Piastri rispettivamente di Aston Martin e McLaren. Come ha detto Gasly: Tutti sanno che le discussioni sono in corso, ma per me lo spero nelle prossime 2-3 settimane ne avremo uno risposta chiara per il mio futuro”.

Da parte sua, il consulente per le corse Red Bull, Helmut Marko, stato: “Stiamo esaminando la possibilità se rilasciamo Gasly”. Come abbiamo riportato, uomo austriaco di 79 anni incontrare in Grazzo di Nyck de Vries dopo l’impressionante esordio del pilota olandese al GP d’Italia con la Williams. Il 27enne campione di Formula E dell’anno scorso lo era preferito ora per sostituire Gasly in AlphaTauri e affiancarlo Yuki Tsunoda.

Sembra che l’abitacolo da corsa vuoto rimasto per il prossimo anno appartenga a Haas e Williams. Per la sua squadra Haas, La Germania ha 35 anni Nico Hulkenberg è ancora proiettato tra i preferiti, mentre per Williams i candidati forti devono essere considerati americani di 21 anni Il sergente Loganmembro del programma dei giovani piloti della squadra britannica, ma che deve finire la stagione di quest’anno a Formula 2 in buona posizione in classifica per assicurarsi la superlicenza.

Attualmente aveva 3 anni, una posizione che gli dava automaticamente i 40 punti richiesti. Possibile Williams aspetta fino ad Abu Dhabidove finisce la stagione di Formula 2, per confermare i suoi piani.

Haas dovrebbe aspettare di vedere come si evolverà la situazione nelle altre squadre prima di valutare le sue opzioni. Come ha detto il capo della squadra americana, Gunther Steiner: Non abbiamo pressioni. Vogliamo prendere le decisioni giuste e ci prendiamo il nostro tempo”.

“Solo non ci sono altre conoscenze da acquisire (cioè quando l’altra squadra finisce il proprio pilota?), saremo pronti a prendere una decisione. Ma per ora, stiamo ancora cercando le cose. Non abbiamo ancora una visione chiara di ciò che vogliamo il prossimo anno. È velocità; Esperienza; Ecco perché ci prenderemo il tempo necessario”.

Daniele Ricciardo

Allo stesso tempo, Daniel Ricciardo ha dichiarato che il suo obiettivo principale era rimanere in Formula 1, ma “non solo nella prima macchina libera”. H alternativa la soluzione per il 33enne australiano è la sua posizione driver di backup in alcune squadre di F1.

Come ha detto Ricciardo: “Gli dirò due scelte realistiche. Non è come essere altrove. Mi piacciono le altre categorie di sport motoristici, ma non mi ci vedo, almeno non adesso. Lo sento anch’io se passo a qualcosa del genere, la porta della F1 si chiude. Mi sembra di essere andato via e non l’ho fatto”.

Daniele Ricciardo

“Esso Gestore mio parlano insieme a quasi tutto essi squadra, Quello trattativa è dentro sviluppo, Raccogliamo informazioni per cercare di trovare l’opzione migliore. Guardo oltre la prossima stagione. Le discussioni in corso sono personali ma molto positive”.

“Si dice spesso che sei bravo quanto la tua ultima gara, ma molte persone sono in Formula 1 da molto tempo. per fargli capire che non ho dimenticato come si guida. Sono state dette delle belle parole, che mi danno fiducia di poter continuare la mia carriera”.

Nicola Latifi

Infine, o Nicola Latifila cui partenza dalla Williams a fine stagione è avvenuta ufficialeanche se non sa cosa farà in futuro, sembra che stia per abbandonare la Formula 1: Questa è una notizia deludente, ovviamente Voglio rimanere in F1. Questo è ciò su cui ho lavorato per la maggior parte della mia vita. Voglio essere al top del motorsport”.

“Ma alla fine è così risultati dei settori basati sulle prestazioni. È sempre stato così e, purtroppo, quest’anno non ha funzionato per me, per vari motivi. Alcuni sono sotto il mio controllo, altri sono fuori dal mio controllo”.

“QUELLO filosofia progettuale l’auto dell’anno, non necessariamente nostra, ha aumentato la difficoltà di guida. Ovviamente sono più rigidi, più ai bordi, non rispondono e perdonano gli errori. Ciò è in parte dovuto alle gomme, in parte all’aerodinamica, alla rigidità. Quindi non è un bel giro”.

Nicola Latifi

“Quindi le nostre macchine generalmente ne hanno diverse fondamentale debolezza dell’equilibrio. Con le auto quest’anno peggiori, questo è un dato di fatto. Ho un confronto diretto con l’anno scorso ed è un passo indietro. Forse la filosofia normativa dell’anno scorso ha reso l’auto un po’ più facile, mentre quest’anno non ha mai cliccato per me».

Il canadese ha anche aggiunto che stava esplorando tutte le sue opzioni: “Sono sempre stato una di quelle persone che dicevano, anche prima di quest’anno, prima ancora di essere coinvolto nella Formula 1 in generale, ogni volta che mi chiedevano ‘e se la Formula 1 non funzionasse?’ Qual è il prossimo?’ Mi piace sempre dirlo Attraverserò quel ponte quando ci arriveròma a quanto pare questo ponte è arrivato quest’anno, poche settimane fa.”

“Così, Sto valutando tutte le opzioni. Ci sono molte cose diverse sul tavolo, cose su cui alla fine deciderò su cosa voglio lavorare, e sì, è troppo presto per dire qualcosa, perché è recente. Ovviamente l’ho saputo dopo Monza, quando è stato deciso”.

Icona di Google News

Segui MotorOne.gr su Google News per informazioni dirette e valide!

Maura Pirlo

"Secchione di pancetta. Orgoglioso secchione di Twitter. Piantagrane. Studioso di cibo freelance. Devoto drogato del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *