Euro 2004: In questo giorno di 18 anni fa, la Grecia raggiunse la vetta (VIDEO-FOTO)

In questo giorno, il 4 luglio, 18 anni fa, la Grecia ha fatto la sua storia nel calcio europeo.

La Grecia, contro ogni previsione, riuscì a conquistare gli Europei in Portogallo, non includendo nemmeno i colossi del calcio mondiale dell’epoca.

La Grecia è registrata e caratterizzata dalla Storia, come riporta il quotidiano spagnolo El Pais, riferendosi a quei momenti unici, come “il più ignaro e inaspettato campione del Campionato Europeo”, vivendo 23 giorni di estasi nel 2004. Dalla prima all’ultima finale .

Dall’esordio contro i padroni di casa del Portogallo (2-1), alla finale del 4 luglio contro la stessa avversaria (1-0).

Lungo il percorso, un pareggio contro la Spagna (1-1), una sconfitta contro la Russia (2-1) e due vittorie nei quarti e semifinali contro Francia, (1-0) e Repubblica Ceca (1- 0). Campioni d’Europa con sette gol a favore e quattro subiti.

Fino ad allora, la nostra nazionale aveva partecipato solo a due grandi competizioni: la Coppa del Mondo (1998) e l’Europeo (1980). E in entrambi, è stato eliminato al primo turno, ha consegnato RES-EMP.

https://www.youtube.com/watch?v=nReLkkkiDN8

Questo slancio di risultati è crollato nelle finali dei successivi quattro grandi tornei: due Coppe dei Campioni (2008 e 2012) e due Coppe del Mondo (2010 e 2014).

“Due persone sono il punto di riferimento per questa grande squadra: l’allenatore, Otto Rehagel, e l’attaccante, Angelos Charisteas, che ha segnato tre gol, di cui uno in finale”, ha detto il quotidiano spagnolo.

Nessuno avrebbe potuto immaginare nel 2001, quando aveva già 63 anni, che l’allenatore tedesco avrebbe potuto portare la Grecia all'”Olimpo” per vincere gli Europei e poi qualificarsi agli Europei e ai Mondiali. Era impensabile, nonostante i suoi ripetuti successi in quasi 30 anni in Bundesliga (due campionati con il Werder Brema e uno con il Kaiserslautern).

È rimasto con noi, nove anni in panchina in Nazionale: 106 partite con il 50% di vittorie (53) con 23 pareggi e 30 sconfitte. È ancora l’unico allenatore a vincere la competizione senza essere nato nel paese.

Rehagel, noto come… un allenatore duro e ossessionato dalla tattica, trasforma un calciatore sconosciuto in un “esercito”.

La base della squadra è di 15 giocatori che giocano in club greci con i restanti 23 giocatori selezionati tra “immigrati” che hanno giocato in Italia (tre), Inghilterra (due), Spagna, Portogallo e Germania (uno).

Il mix perfetto. Giocatori tosti, nove sulla trentina, che hanno giocato ogni partita come se fosse l’ultima. Difesa forte, invincibile in aria e con allenamento in contropiede. “Puoi discutere con il suo stile forte e difensivo, ma non con la grandezza della sua vittoria”, ha detto El Pais.

Man-gol trova risposte per conto di Angelos Charisteas. È venuto in Portogallo all’età di 24 anni. Ha già giocato per il Werder Brema e grazie alla fama raggiunta a Euro 2004 ha forgiato una lunga carriera professionale che si è conclusa nel 2013 in Arabia Saudita dopo aver giocato per Ajax, Feyenoord, Norimberga, Leverkusen, Ar Avignon, Schalke e Panaitolikos. In nazionale ha raggiunto 88 partite e 25 gol.

Per il giorno più importante della sua vita custodisce ricordi indimenticabili: “Certi sogni li tieni per te e non ne parli mai. Il mio sogno quando ho iniziato a giocare a calcio era segnare nella finale degli Europei, perché la prima partita che ho visto in tv è stata la finale del 1988, con il gol di Van Besten.

Aveva otto anni e aveva una sola spiegazione per il segreto di questa scelta. “Siamo una famiglia. Mettiamo il collettivo al di sopra dell’individuo. Ognuno gioca per il Paese, per la squadra, non per se stesso. Tutti rispettiamo e amiamo quello che facciamo. Abbiamo un allenatore con un’ottima filosofia e ci gestisce .davvero bene. Se metti insieme tutti i pezzi, è una ricetta per diventare un campione”.

Vuoi rimanere aggiornato sull’attualità?

Leggi tutte le ultime notizie da Salonicco e dalla Grecia, come succede.

A proposito di editorialisti THESSNEWS-TABELLA

La redazione di ThessNews.gr è composta da giornalisti professionisti, i cui reportage esclusivi sono stati riprodotti da tutti i media elettronici e cartacei della regione.

Maura Pirlo

"Secchione di pancetta. Orgoglioso secchione di Twitter. Piantagrane. Studioso di cibo freelance. Devoto drogato del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.