Dove la Red Bull ha perso tempo alla Ferrari di Baku

18:07

E la cosa con l’alettone posteriore?

Nella prima sessione di prove libere a Baku, l’ala posteriore della Red Bull RB18 Max Verstappen ha sbattuto di nuovo. “Il team poi ha ovviamente cercato di risolvere il problema”, ha spiegato il campione del mondo di Formula 1. “Poi non ho sentito nient’altro a riguardo nella seconda sessione di prove libere. Quindi immagino che si adatti di nuovo”.


18:01

Verstappen: Ma a distanza di gara…

Il campione del mondo Max Verstappen ha condiviso la valutazione del compagno di squadra della Red Bull Sergio Perez e ha detto: “Sembra che la Ferrari sia di nuovo abbastanza veloce in un giro. Ma: a lungo termine sembra un po’ più equilibrata. Questo è positivo”.

Per inciso, il suo long run si è concluso dopo appena tre giri. “Ma non ha giocato un ruolo importante”, ha detto Verstappen. “Ti viene un’idea approssimativa. Ovviamente non sai come sarà l’usura delle gomme alla fine. Ma pensiamo di avere abbastanza informazioni per vedere come vogliamo andare con le gomme”.

Red Bull “non ha avuto una brutta giornata” a Baku. “Dobbiamo solo perfezionare alcune cose ora”, ha detto Verstappen.


17:49

Dove la Ferrari è più forte della Red Bull

Il miglior tempo della giornata è andato alla Ferrari. E Sergio Perez della Red Bull può già intuire il perché: “La Ferrari sembra forte, soprattutto nel secondo settore, in curva. Dobbiamo trovare qualcosa per affrontarli sabato”.

Come previsto, il grande punto di forza della Red Bull è stato il lungo rettilineo, ma la RB18 ha mostrato un buon ritmo anche all’inizio del tratto della città vecchia. Ma la Ferrari ha effettivamente sfruttato al massimo il suo tempo alla Red Bull in molte curve a 90 gradi.

Come sottolinea Perez, la Red Bull deve ancora recuperare. Perez: “Forse abbiamo sbagliato un po’ nel secondo allenamento [beim Set-up]. Abbiamo provato qualcosa, ma inutilmente. Non possiamo risolvere il nostro problema. Speriamo di risolvere il problema per le qualificazioni”.


17:44

L’allenamento è stato “abbastanza bene”, afferma Vettel

Ce l’ha anche Sebastian Vettel con ‘Sky’ Prove del venerdì a Baku descritto come “abbastanza bene” dal suo punto di vista. “Sappiamo più o meno dove siamo [mit der Abstimmung] “Dobbiamo andare lì. C’è ancora poco da venire, e dobbiamo anche averne un po’ là.”

Soprattutto sulle gomme morbide non si accontenta. Vettel ha parlato di “cambio di equilibrio” e di sottosterzo. “Penso che possiamo essere un po’ più aggressivi, anche in termini di impostazione”, ha detto. Le prestazioni del veicolo sono “ok” per le lunghe distanze.

Il grosso problema a Baku è mantenere la pressione per un giro. “Se si perde un po’ di fiducia, qui viene espressa nei tempi sul giro”, ha detto Vettel.


17:39

Vettel realistico: nessun grande punto a Baku

Sebastian Vettel realistico dopo l’allenamento di Formula 1 di venerdì a Baku. Più del P10 potrebbe non essere possibile per l’Aston Martin, ha detto su “Sky”.

All’inizio suonava così: “Penso che se riusciamo a raggiungere il decimo posto, allora è un enorme successo per noi. Dobbiamo essere realistici, non abbiamo una nuova sezione qui. Sì, penso che ora ci stiamo provando per ottenere il meglio dal nostro pacchetto e poi vedremo”.


17:33

La cosa più importante della Formula 1 Friday

Abbiamo raccolto tutto ciò che è importante sul venerdì di Formula 1 a Baku in questa serie di foto. Quindi sentiti libero di aprirlo e scoprire quali eventi importanti sono accaduti oggi, come è andata la Germania e perché. Tutto dentro! 😉


17:16

La foto di oggi

Oggi non guidiamo più a Baku, ma carichiamo costantemente nuove foto delle vetture di Formula 1 in pista nella nostra galleria fotografica. Il nuovo record è appena arrivato. Quindi sentiti libero di dare un’occhiata alle novità. E molti altri arriveranno con il passare della notte!


Foto: F1: Gran Premio dell’Azerbaigian (Baku) 2022



Fiore Greco

"Fanatico dei social media hipster. Introverso. Tossicodipendente del web. Risolutore di problemi incredibilmente umile. Appassionato di Twitter."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.