Berlusconi fa notizia: “Putin spinto in operazioni speciali”

Stato: 23/09/2022 11:24

L’Italia eleggerà un nuovo parlamento questa domenica. Poco prima, il leader del partito Forza Italia Berlusconi ha suscitato scalpore affermando che il boss del Cremlino Putin era stato “sotto pressione” per attaccare l’Ucraina.

L’ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi ha suscitato scalpore poco prima delle elezioni parlamentari con osservazioni su Vladimir Putin. L’85enne ha affermato in un’intervista televisiva che il capo del Cremlino aveva subito pressioni per attaccare l’Ucraina. “Putin è stato sollecitato dal popolo russo, da una parte, dai suoi ministri a compiere questa operazione speciale”, ha detto Berlusconi alla Rai.

“Operazioni speciali” è una frase usata dal Cremlino per la sua guerra di aggressione contro l’Ucraina. Usare il termine guerra è un crimine in Russia.

Berlusconi è amico del presidente russo

Berlusconi era amico del presidente russo ed era riluttante a condannare l’invasione dopo lo scoppio della guerra. Ora dice: “Putin è scivolato in una situazione molto difficile e drammatica”.

Ha usato questa frase apposta perché i rappresentanti delle due autoproclamate “repubbliche” del Donbass hanno chiesto a Putin di intervenire a febbraio. Hanno persuaso Putin affermando che l’Ucraina stava attaccando quelle aree più duramente.

Inoltre, il leader del partito Forza Italia, che in quanto partner minore della coalizione di estrema destra ha le migliori possibilità di vincere le elezioni di domenica, ha affermato che Putin vuole sostituire il governo di Volodymyr Zelensky a Kiev “con un vero governo popolare”.

Candidato centrale: “Assolutamente tragico”

Le dichiarazioni dell’imprenditore mediatico, che, oltre alla sua politica, ha attirato l’attenzione attraverso gli scandali, hanno allarmato tutti coloro che temevano che l’Italia si rivolgesse alla Russia dopo le elezioni. Oltre a Berlusconi, fa parte del blocco di destra anche Matteo Salvini. Il capo della Lega è stato per anni tifoso di Putin e ha criticato le sanzioni occidentali contro Mosca.

Il candidato centrale Carlo Calenda ha definito la performance di Berlusconi “molto tragica” e ha definito il fondatore di Forza Italia “qualcosa tra il portavoce della stampa di Putin e i consiglieri militari”. L’ex presidente del Consiglio socialdemocratico Enrico Letta ha twittato: “Non ci sono parole per commentare questo”.

Partito di estrema destra italiana: “Pronti!”

Il partito di estrema destra italiano ha mostrato ancora una volta unità ieri. Giorgia Meloni in particolare ha incitato migliaia di sostenitori a Roma con slogan populisti. “Siamo pronti!” gridò dal palco il leader del partito nazionalista Fratelli d’Italia e forse il prossimo presidente del Consiglio. “L’Italia non ha paura”, ha detto, riferendosi alle preoccupazioni provenienti dall’estero per il governo di estrema destra nel Paese mediterraneo. Secondo tutti i sondaggi, Meloni e i suoi Fratelli sarebbero probabilmente il partito unico più forte. Il blocco di destra ha la maggioranza assoluta nel nuovo parlamento.

Pubblicata una vecchia foto con Putin

Inoltre, l’ambasciata russa a Roma ha provocato con post su Facebook, dove ha pubblicato le foto dei politici italiani ai loro incontri con Putin negli ultimi anni. Tra loro ci sono Berlusconi e Salvini, ma anche altri attivisti come Letta, Giuseppe Conte, Matteo Renzi o Luigi Di Maio e persino il presidente Sergio Mattarella e il suo predecessore Giorgio Napolitano. “Dalla storia recente delle relazioni italo-russo”, ha detto. “Alcuni dobbiamo ricordarli.”

Calvina Fontana

"Fanatico della cultura pop hardcore. Studente. Comunicatore generale. Zombieaholic. Risolutore di problemi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.