Aeroporti: immagini del caos in Europa – Posta economica

Caos in Europa aeroporto che prosegue con intensità invariata, dovrebbe raggiungere il picco in agosto, con un ampio Le compagnie aeree dell’UE hanno annunciato la cancellazione di 16.000 voli!

L'”epidemia” di cancellazione del volo aleggia da settimane negli aeroporti europei. Tuttavia, ad agosto, che è un importante mese di vacanza per milioni di europei, compagnia aerea dal Vecchio Continente cancelleranno quasi il 2% dei loro voli a causa di scioperi e carenza di personale.

Leggi anche: Le migliori e le peggiori compagnie aeree

Perdita del volo

Secondo un’analisi della società di consulenza Mabrian Technologies, che ha confrontato il numero di voli di linea ed eseguiti, tra l’1 e il 15 luglio sono stati cancellati 1.482 voli in Germania (6,12% del totale), 1.060 voli nel Regno Unito (3,2% del totale voli), 637 in Italia (2,3% del totale) e 423 in Spagna (1,08%). Secondo la compagnia, nonostante i numeri assoluti siano alti, l’impatto complessivo “non è troppo preoccupante”, in base alla percentuale di cancellazioni su tutti i voli di linea.

Il problema può variare a seconda dell’aeroporto, della compagnia aerea e del Paese, ma lo sciopero generale per le controversie di lavoro, la crescente domanda di ferie e la carenza di personale a terra e in aria hanno creato la tempesta perfetta, costringendo le compagnie aeree europee a cancellare un totale di 15.788 voli di linea . per agosto, secondo il rapporto Cirium.

Nessun dipendente

In particolare, la carenza di personale che ha devastato il trasporto aereo e i viaggi quest’estate è stimata in 1,7 milioni di lavoratori in tutta l’Unione europea, secondo il World Travel and Tourism Council (WTTC). Le agenzie di viaggio sono tra le aziende che necessitano di più personale, con una carenza di personale fino al 30%, stima il WTTC, citando la sua analisi specifica del settore.

Allo stesso tempo, le compagnie aeree (aeroporti e compagnie aeree) e gli alloggi hanno ancora un lavoro su cinque vacante. Ma mentre i passeggeri si precipitano a bordo degli aerei per le loro vacanze estive e viaggi di lavoro, si trovano di fronte a una scena caotica negli aeroporti che spesso è incapace di gestire l'”esplosione” dei viaggiatori.

In alcuni casi, il caos dei viaggi ha messo l’uno contro l’altro compagnie aeree e aeroporti, accusandosi a vicenda di carenze e scarsa preparazione. L’aeroporto londinese di Heathrow ha chiesto alle compagnie aeree di assumere personale di terra per aiutare ad affrontare le persistenti interruzioni di viaggio, avvertendo che le restrizioni sui voli per alleviare il caos potrebbero rimanere in vigore per almeno un altro anno.

I campioni”

Turkish Airlines è la compagnia con il maggior numero di voli cancellati in Europa, con 4.408 voli. A questo proposito, anche le compagnie aeree risentono della guerra in Ucraina, in quanto un quarto di queste cancellazioni riguarda la Russia, mentre la metà riguarda Istanbul.

Seguono British Airways (con 3.600 cancellazioni), easyJet (con 2.045 cancellazioni), Lufthansa (con 1.888) e Wizz Air (con 1.256). In una lettera ai dipendenti, la tedesca Lufthansa è stata una delle prime società ad avvertire dell’impatto della carenza di personale sulla puntualità e sulla qualità del servizio della compagnia aerea quest’estate.

Da parte sua, la compagnia di bandiera britannica easyJet ha affermato che l’interruzione causata dalla carenza di personale a bordo e in aeroporto è costata 133 milioni di sterline (160,3 milioni di dollari) nei tre mesi fino alla fine di giugno. Luglio.

sindacato

In Spagna, Ryanair sta affrontando una situazione molto complicata a causa della determinazione dei sindacati a chiamare in sciopero i propri colleghi ogni settimana per i prossimi cinque mesi! I lavoratori chiedono l’attuazione delle leggi spagnole sul lavoro e gli aumenti salariali. A seguito del rifiuto della compagnia aerea di rispondere a queste richieste, il sindacato USO e SITCPLA ha rilasciato una dichiarazione congiunta chiedendo ai lavoratori di scioperare settimanalmente per il periodo dall’8 agosto 2022 al 7 gennaio 2023, dal lunedì al giovedì.

L’impatto è significativo anche nel Regno Unito, dove il più grande aeroporto, Heathrow, ha annunciato che limiterà la sua capacità a 100.000 passeggeri al giorno l’11 settembre e ha chiesto alle compagnie aeree di non vendere più biglietti estivi per evitare ritardi dei voli. contatori e cancellazioni di voli last minute. In particolare, la compagnia aerea Emirates ha criticato la posizione di Heathrow, annunciando che “questa decisione è un palese disprezzo per i consumatori” in quanto costretti a “rifiutare i posti a decine di migliaia di viaggiatori che hanno pagato e prenotato con mesi di anticipo”.

In Grecia

Nel nostro Paese la situazione è decisamente migliore, perché i passeggeri non devono affrontare il problema della cancellazione dei voli.

Ogni problema è principalmente correlato ai ritardi delle rotte e, secondo i rappresentanti degli aeroporti, è causato da un effetto domino creato nella catena di viaggio.

Ciò significa ritardi nell’arrivo di aeromobili da altri trafficati aeroporti europei, interessano anche gli itinerari operati dalla Grecia.

Sciopero ferroviario del Regno Unito per salari migliori

40.000 lavoratori delle ferrovie hanno scioperato mercoledì scorso in Gran Bretagna per salari e lavoro, un mese dopo il più grande sciopero mai visto in mezzo a una crisi di spesa.

Il sindacato RMT ha chiesto un nuovo sciopero di 24 ore nella speranza di aumentare i salari di fronte all’inflazione galoppante del paese, che probabilmente supererà l’11% entro la fine dell’anno.

I sindacati stanno anche pianificando scioperi il 18 e 20 agosto, così come scioperi nella metropolitana di Londra il 19 agosto.

Mobilitazione per aumenti salariali

La Germania è al culmine dei problemi dell’aviazione poiché Lufthansa, solo la scorsa settimana, a causa del suo sciopero del personale, ha lasciato un totale di 144.000 passeggeri bloccati a causa della cancellazione di oltre 1.000 voli. La direzione di Lufthansa, per sopperire al disagio senza precedenti, ha annunciato che avrebbe emesso un altro biglietto “per quanto possibile” a tutti i passeggeri impossibilitati a viaggiare.

Il mese scorso il sindacato di Verdi ha chiesto un aumento di stipendio del 9,5%, o almeno 350 euro al mese per 12 mesi, per circa 20.000 lavoratori, che secondo il sindacato sono sotto pressione inflazionistica e spinti dalla carenza di personale aeroportuale.

Lufthansa offre un aumento di 150 euro al mese per il resto dell’anno e altri 100 euro dall’inizio del 2023, più un aumento del 2% da metà 2023 a seconda dei risultati finanziari dell’azienda.

I sindacati hanno respinto la proposta, dicendo che non era sufficiente per compensare l’aumento dell’inflazione, che ha raggiunto l’8,2% in Germania a giugno.

Nel frattempo, secondo un recente sondaggio, più di due lavoratori su cinque negli aeroporti del Regno Unito stanno valutando la possibilità di lasciare il lavoro. I lavoratori stanno valutando la possibilità di lasciare il proprio posto di lavoro perché non possono far fronte a condizioni di lavoro stressanti, aggravate dai bassi salari.

Fonte: Versione stampata di “Il passo della domenica”

Maura Pirlo

"Secchione di pancetta. Orgoglioso secchione di Twitter. Piantagrane. Studioso di cibo freelance. Devoto drogato del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.