200.000 residenti evacuati dalle loro case…

I ponti sono crollati e i fiumi sono straripati mentre le forti piogge hanno sferzato ieri il nord del Giappone, costringendo l’evacuazione di 200.000 residenti

Le riprese televisive mostravano masse di alberi abbattuti spazzati via da un fiume di fango in una zona residenziale montuosa.

Due persone sono scomparse, ha detto ai giornalisti un portavoce del governo Hirokazu Matsuno.

Le autorità hanno avvertito del rischio di frane e allagamenti.

L’emittente pubblica NHK ha riferito che è stata emessa una raccomandazione volontaria per evacuare 200.000 residenti da cinque prefetture: Niigata, Yamagata, Fukushima, Ishikawa e Fukui.

Altri filmati televisivi hanno mostrato case allagate da fiumi straripanti e colate di fango che hanno raggiunto l’altezza dei ponti.

Alcuni treni ad alta velocità (chiamato “shinkansen”) hanno sospeso i loro viaggi nelle zone colpite.

Gli scienziati lo affermano cambiamento climatico aumenta il rischio di forti piogge in Giappone e in altre parti del mondo poiché l’atmosfera più calda contiene più acqua.

Nel 2021, forti piogge provocano una devastante frana nel resort Atami lui Giappone centrale provocato 27 morti.

E nel 2018, inondazioni e smottamenti hanno ucciso più di 200 persone Giappone occidentale durante la stagione delle piogge.

Guarda anche: Nancy Pelosi: Ultima tappa del suo tour in Asia, in Giappone

Ludovico Schiavone

"Analista incredibilmente umile. Giocatore. Organizzatore. Specialista estremo di zombi. Orgoglioso esperto di Twitter. Appassionato introverso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.